Il Blair Institute sollecita i laburisti ad adottare la tecnologia fintech per la crescita economica

Il Tony Blair Institute for Global Change, in collaborazione con la Startup Coalition, ha pubblicato un rapporto che esorta il partito laburista a sfruttare il potenziale del settore FinTech come motore di crescita economica, opportunità e inclusività nel Regno Unito, qualora il partito vincesse il primo posto. prossime elezioni generali, come evidenziato in Fintech Global News.

Il rapporto, condotto dall’ex primo ministro Tony Blair, sottolinea l’importanza di creare un ambiente favorevole affinché le aziende FinTech possano prosperare. Ciò include l’ottimizzazione di incentivi come crediti d’imposta per ricerca e sviluppo e programmi di opzioni su azioni, la promozione delle opportunità di esportazione di FinTech e la garanzia di chiarezza normativa .

Con il partito laburista attualmente in testa nei sondaggi, c'è una forte aspettativa che il partito di Keir Starmer torni al potere dopo 14 anni all'opposizione. Blair chiede al partito di delineare una visione progressista per FinTech.

Il partito laburista si è già impegnato a sviluppare una tabella di marcia per la finanza aperta e le recenti iniziative governative si allineano con questa direzione. Tuttavia, il rapporto Blair sottolinea la necessità di una rapida istituzione di un quadro di Open Finance entro i primi 100 giorni dall’assunzione dell’incarico.

Inoltre, il rapporto sostiene l’attuazione di una strategia nazionale globale di inclusione finanziaria, con particolare attenzione all’innovazione. Raccomanda inoltre l’introduzione di regolamenti per i prestiti “Buy Now Pay Later” entro lo stesso lasso di tempo, insieme al mandato per l’educazione finanziaria nelle scuole primarie entro il 2025.

Jeegar Kakkad, direttore dell’innovazione governativa presso il Tony Blair Institute for Global Change, ha sottolineato il ruolo fondamentale delle startup FinTech nel migliorare le opportunità finanziarie in tutto il Regno Unito. Ha affermato: «Sviluppando una strategia nazionale di inclusione finanziaria con il fintech al centro e offrendo innovazioni come Open Finance, possiamo aumentare la scelta e la concorrenza nei servizi finanziari. Ciò consentirà agli individui e alle comunità di assumere il controllo del proprio benessere finanziario come mai prima d’ora.»

Other articles
Danske Bank e United Fintech stringono una partnership strategica
Fare passo avanti: il ruolo dei servizi finanziari nell’affrontare le preoccupazioni climatiche
Tuum e TransactionLink collaborano per trasformare l'onboarding FinTech
Banked e National Australia Bank partner per rivoluzionare i pagamenti A2A
Rivoluzione dell’intelligenza artificiale nel reporting finanziario: una visione completa di KPMG
TranscendAP emerge come leader indipendente nell'automazione della contabilità fornitori basata sull'intelligenza artificiale
Le banche statunitensi sono leader nella crescita dei talenti dell’intelligenza artificiale
Wipro e Microsoft collaborano per introdurre assistenti virtuali basati sull'intelligenza artificiale nei servizi finanziari
Checkout.com e Mastercard migliorano le soluzioni di pagamento per gli agenti di viaggio online
Visa presenta uno strumento di rilevamento delle frodi basato sull'intelligenza artificiale per contrastare gli attacchi di enumerazione
Visa e JP Morgan collaborano per accelerare i pagamenti nazionali negli Stati Uniti
Worldline e Google Cloud stringono una partnership strategica
Kaspi.kz e Alipay+ si uniscono per pagamenti in Cina senza soluzione di continuità
Visa migliora i servizi di pagamento transfrontalieri in collaborazione con AWS
TransferGo collabora con Tink per introdurre «Pay by Bank»