Visa collabora con AWS per migliorare i pagamenti globali

In una mossa strategica per migliorare i pagamenti transfrontalieri, Visa ha collaborato con Amazon Web Services (AWS) Partner Network (APN). Questa collaborazione mira a semplificare i processi per i partner e i clienti di Visa, in particolare le aziende fintech native del cloud, facilitando un accesso e un’integrazione più efficienti di servizi Visa selezionati, come evidenziato in PYMNTS .

Secondo un recente comunicato stampa di Visa, l'integrazione con AWS debutterà con la disponibilità delle soluzioni Visa Cross-Border. Questo servizio è progettato per semplificare le transazioni transfrontaliere e la gestione valutaria, consentendo ai clienti Visa di integrarlo perfettamente nelle loro piattaforme esistenti senza interruzioni.

La collaborazione tra Visa e AWS arriva in un momento cruciale, poiché i pagamenti transfrontalieri pongono sfide significative per i commercianti statunitensi. Una ricerca condotta da PYMNTS Intelligence e Nuvei evidenzia che i commercianti focalizzati sulle vendite internazionali devono affrontare un tasso medio di mancato pagamento transfrontaliero dell’11%. Questa sfida è particolarmente pronunciata per le imprese di medie dimensioni, con l’82% che fatica a diagnosticare le cause dei mancati pagamenti.

In risposta a queste sfide, Visa mira a sfruttare la sua partnership con AWS per espandere la propria offerta di prodotti per i clienti che operano nel cloud. Inoltre, Visa ha aderito ad AWS Activate, il programma di punta di AWS per startup, consentendo ai membri idonei del programma Visa Fintech Fast Track di ricevere fino a 100.000 dollari in vantaggi AWS Activate.

Howard Wright, responsabile globale delle startup di AWS, ha espresso entusiasmo per la collaborazione, sottolineando il loro sostegno alla crescita dei pagamenti digitali e delle capacità finanziarie integrate su AWS. Wright ha sottolineato il proprio impegno nel rendere le applicazioni finanziarie nel cloud più accessibili, sicure e facili da usare.

Questo annuncio fa seguito alla recente partnership di Visa con Standard Chartered per facilitare i pagamenti B2B transfrontalieri per i clienti aziendali della banca. Standard Chartered ha aderito a Visa B2B Connect, la rete di pagamento multilaterale di Visa, diventando il suo nuovo partner di regolamento per valute selezionate. La soluzione verrà inizialmente implementata a Singapore, con piani di espansione ad altre entità nei prossimi mesi.

Mentre Visa continua a innovare e collaborare con leader del settore come AWS e Standard Chartered, il futuro dei pagamenti transfrontalieri sembra promettente, con maggiore efficienza e accessibilità per le aziende di tutto il mondo.

Other articles
BBVA collabora con OpenAI per implementare ChatGPT per i dipendenti
Le banche più grandi del mondo reclutano due volte specialisti di intelligenza artificiale
PPRO collabora con Afterpay per espandere i servizi BNPL negli Stati Uniti
Le transazioni e le normative in tempo reale continuano a modificare i pagamenti
La rivoluzione dei controlli antiriciclaggio nei pagamenti tramite machine learning
È necessario cambiare l’approccio all’open banking?
Lancio di prodotti di pagamento per mantenere la crescita: The Stripe Tour
Il ruolo della fiducia nella regolamentazione finanziaria
Velocità dei pagamenti e accelerazione della sicurezza guidati dalle aspettative comportamentali
Stripe si espande nel Regno Unito con nuovi strumenti di pagamento e finanziamento
FIS migliora l'app di mobile banking con dati biometrici e funzionalità avanzate per il movimento di denaro
NCR Voyix offre ai ristoranti statunitensi una soluzione software di pagamento al tavolo basata su QR
Swift presenta il canale API ISO 20022 per il monitoraggio dei pagamenti aziendali
L'inizio dell'intelligenza artificiale e della finanza incorporata: approfondimenti da Visa al vertice FinTech di Dubai
Parkopedia e Irdeto collaborano per rivoluzionare la ricarica dei veicoli elettrici