Rivoluzione dell’intelligenza artificiale nel reporting finanziario: una visione completa di KPMG

Un recente sondaggio di KPMG, intitolato «Navigating the AI Era in Financial Reporting», rivela una tendenza significativa verso l’adozione dell’IA tra i leader del reporting finanziario negli Stati Uniti, come affermato in FinTech Magazine . Secondo il rapporto, uno schiacciante 100% dei leader prevede di sperimentare o utilizzare attivamente l’intelligenza artificiale entro i prossimi tre anni, un aumento sostanziale rispetto all’attuale 71%. L’indagine evidenzia inoltre una forte propensione a sfruttare la generazione dell’intelligenza artificiale a fini di reporting, con il 97% degli intervistati che prevede di utilizzare presto questa tecnologia.

Questo cambiamento si riflette negli investimenti finanziari, con le aziende statunitensi che destinano il 10,1% dei loro budget IT ad attività legate all’intelligenza artificiale, una cifra che si prevede crescerà. La spinta verso l’intelligenza artificiale non riguarda solo l’adozione della tecnologia, ma implica anche la preparazione della forza lavoro. Scott Flynn, vicepresidente statunitense per l’audit di KPMG, sottolinea l’importanza di migliorare le competenze dei revisori esterni per utilizzare in modo efficace l’intelligenza artificiale e valutare gli ambienti di controllo. «I leader del reporting finanziario stanno rapidamente accelerando gli investimenti per utilizzare l’intelligenza artificiale e la generazione di intelligenza artificiale non solo per ottenere efficienza, ma anche per creare più valore per le loro organizzazioni prevedendo le tendenze e identificando i rischi emergenti», spiega Flynn.

L'indagine, che ha coinvolto 1.800 aziende in 10 mercati principali con 300 intervistati provenienti dagli Stati Uniti, è stata condotta dopo il lancio della piattaforma di finanza digitale di KPMG. Questa nuova iniziativa fornisce uno stack tecnologico moderno volto a migliorare le pratiche finanziarie a livello di settore.

Nonostante i progressi promettenti, le sfide rimangono. Il sondaggio riporta che il 56% degli intervistati è preoccupato per la sicurezza dei dati e la privacy in quanto ostacoli significativi nell’implementazione dell’intelligenza artificiale. Altre sfide degne di nota includono la necessità di personale più qualificato, le preoccupazioni sulla qualità dei dati e la richiesta di maggiori finanziamenti per migliorare ulteriormente le capacità tecnologiche.

Con l’evoluzione del panorama del reporting finanziario, i risultati di KPMG sottolineano il ruolo fondamentale dell’intelligenza artificiale e della generazione di intelligenza artificiale nel plasmare i futuri standard di settore, offrendo sia opportunità che sfide per i professionisti del settore.

Other articles
BBVA collabora con OpenAI per implementare ChatGPT per i dipendenti
Le banche più grandi del mondo reclutano due volte specialisti di intelligenza artificiale
PPRO collabora con Afterpay per espandere i servizi BNPL negli Stati Uniti
Le transazioni e le normative in tempo reale continuano a modificare i pagamenti
La rivoluzione dei controlli antiriciclaggio nei pagamenti tramite machine learning
È necessario cambiare l’approccio all’open banking?
Lancio di prodotti di pagamento per mantenere la crescita: The Stripe Tour
Il ruolo della fiducia nella regolamentazione finanziaria
Velocità dei pagamenti e accelerazione della sicurezza guidati dalle aspettative comportamentali
Stripe si espande nel Regno Unito con nuovi strumenti di pagamento e finanziamento
FIS migliora l'app di mobile banking con dati biometrici e funzionalità avanzate per il movimento di denaro
NCR Voyix offre ai ristoranti statunitensi una soluzione software di pagamento al tavolo basata su QR
Swift presenta il canale API ISO 20022 per il monitoraggio dei pagamenti aziendali
L'inizio dell'intelligenza artificiale e della finanza incorporata: approfondimenti da Visa al vertice FinTech di Dubai
Parkopedia e Irdeto collaborano per rivoluzionare la ricarica dei veicoli elettrici