AML nell’era digitale: rafforzare la sicurezza finanziaria

Nel panorama in rapida evoluzione della conformità finanziaria, i controlli antiriciclaggio (AML) sono emersi come una componente critica all’interno del quadro di Customer Due Diligence (CDD), come affermato in Fintech Global News. Con una stima allarmante di 88 miliardi di sterline che vengono riciclati ogni anno nel solo Regno Unito, l’impulso rivolto alle imprese a rafforzare le loro misure antiriciclaggio non è mai stato così pressante.

I settori che vanno dai servizi finanziari al gioco d'azzardo online e alle criptovalute sono obbligati per legge ad aderire a rigorosi protocolli AML, sostenuti da regolamenti di autorità globali come la Financial Conduct Authority (FCA) e la Securities Exchange Commission (SEC).

L’implementazione di un solido programma antiriciclaggio consente alle aziende di individuare e mitigare i rischi associati alle persone politicamente esposte (PEP), alle entità sanzionate e ai profili mediatici negativi. Questi controlli vanno oltre la semplice prevenzione del riciclaggio di denaro; sono determinanti nel proteggere le aziende da potenziali sanzioni finanziarie, sospensioni operative e danni reputazionali di lunga durata.

I controlli antiriciclaggio sono diversi e comprendono diverse procedure volte a garantire la conformità completa alle norme antiriciclaggio, al finanziamento del terrorismo (CTF) e alle più ampie misure di prevenzione della criminalità finanziaria. Tra questi, i controlli PEP sono fondamentali per identificare individui in posizioni di influenza che potrebbero essere maggiormente a rischio di essere coinvolti in attività di riciclaggio di denaro o di corruzione. Ciò comporta non solo lo screening delle persone politicamente esposte, ma anche dei loro collegamenti immediati, compresi i familiari e i collaboratori stretti.

Allo stesso modo, i controlli delle sanzioni sono fondamentali per riconoscere qualsiasi individuo o entità a livello globale che sia stata sanzionata, prevenendo così transazioni finanziarie illecite. L’implementazione di controlli sui media avversi aumenta ulteriormente i processi antiriciclaggio raccogliendo e analizzando informazioni open source che, sebbene potenzialmente non correlate alla due diligence, possono informare in modo significativo le valutazioni del rischio.

Il monitoraggio delle transazioni svolge un ruolo cruciale dopo l'onboarding, esaminando le attività finanziarie per rilevare e affrontare eventuali comportamenti sospetti indicativi di riciclaggio di denaro o finanziamento del terrorismo. I fornitori moderni, come Comply Advantage, sfruttano algoritmi sofisticati per facilitare questo intricato processo.

L'integrazione dell'AML con i controlli Know Your Customer (KYC) è diventata sempre più indispensabile per le aziende che mirano a semplificare l'onboarding dei clienti e a mantenere la conformità normativa . Questo spostamento verso una strategia di conformità più unificata ha comportato un aumento significativo della domanda di soluzioni tecnologiche in grado di fornire una suite completa di strumenti di conformità in modo efficiente.

Per un’efficace verifica antiriciclaggio, le aziende devono raccogliere sin dall’inizio le informazioni personali essenziali dai propri clienti. Ciò include il nome, l'indirizzo e la data di nascita del cliente, con documenti aggiuntivi come passaporti o prove di residenza spesso richiesti per corroborare i dettagli forniti. Per i clienti aziendali, un controllo Know Your Business (KYB) è un passo preliminare per garantire un accurato screening antiriciclaggio, concentrandosi sui dati finanziari e sulla struttura azionaria per valutare il rischio.

I progressi tecnologici hanno rivoluzionato il modo in cui vengono eseguiti i controlli antiriciclaggio, con piattaforme come FullCircl che facilitano la perfetta integrazione e il monitoraggio continuo dei clienti. Ciò non solo ottimizza il processo di onboarding, ma garantisce anche una vigilanza continua contro potenziali crimini finanziari.

La durata dei controlli antiriciclaggio può variare in modo significativo, con sistemi automatizzati in grado di fornire risultati in pochi secondi, in netto contrasto con le lunghe tempistiche associate ai processi di verifica manuale.

Man mano che il panorama normativo si evolve e le tattiche di criminalità finanziaria diventano più sofisticate, il ruolo dei controlli antiriciclaggio nella salvaguardia dell’integrità delle transazioni finanziarie non può essere sopravvalutato. Adottando tecnologie avanzate e aderendo agli standard normativi globali, le aziende possono mitigare efficacemente i rischi e promuovere un ambiente operativo sicuro e conforme.

Other articles
Danske Bank e United Fintech stringono una partnership strategica
Fare passo avanti: il ruolo dei servizi finanziari nell’affrontare le preoccupazioni climatiche
Tuum e TransactionLink collaborano per trasformare l'onboarding FinTech
Banked e National Australia Bank partner per rivoluzionare i pagamenti A2A
Rivoluzione dell’intelligenza artificiale nel reporting finanziario: una visione completa di KPMG
TranscendAP emerge come leader indipendente nell'automazione della contabilità fornitori basata sull'intelligenza artificiale
Le banche statunitensi sono leader nella crescita dei talenti dell’intelligenza artificiale
Wipro e Microsoft collaborano per introdurre assistenti virtuali basati sull'intelligenza artificiale nei servizi finanziari
Checkout.com e Mastercard migliorano le soluzioni di pagamento per gli agenti di viaggio online
Visa presenta uno strumento di rilevamento delle frodi basato sull'intelligenza artificiale per contrastare gli attacchi di enumerazione
Visa e JP Morgan collaborano per accelerare i pagamenti nazionali negli Stati Uniti
Worldline e Google Cloud stringono una partnership strategica
Kaspi.kz e Alipay+ si uniscono per pagamenti in Cina senza soluzione di continuità
Visa migliora i servizi di pagamento transfrontalieri in collaborazione con AWS
TransferGo collabora con Tink per introdurre «Pay by Bank»