La sicurezza informatica nel 2024: un focus sulle principali preoccupazioni e strategie del FinTech

Secondo Fintech Global , un recente sondaggio ha rivelato che un numero significativo di professionisti della conformità nei settori della gestione patrimoniale, dei consulenti per gli investimenti e dei mercati privati sono impreparati ai rischi di sicurezza informatica associati all’intelligenza artificiale . Il sondaggio di benchmarking sulla sicurezza informatica del 2024, condotto da ACA Group e dalla National Society of Compliance Professionals (NSCP), evidenzia le crescenti preoccupazioni e strategie all’interno del settore.

Secondo il sondaggio, il 44% degli intervistati è preoccupato per l'applicazione delle nuove norme sulla sicurezza informatica della SEC, indicando una diffusa incertezza riguardo alla conformità normativa . Inoltre, il 36% dei professionisti della compliance è preoccupato di rispettare i requisiti di segnalazione degli incidenti informatici e le scadenze fissate dalla SEC, sottolineando ulteriormente l’ansia del settore riguardo alla preparazione normativa.

Uno dei risultati chiave dell’indagine è l’approccio cauto nei confronti dell’IA nella gestione del rischio di sicurezza informatica. Mentre quasi la metà dei professionisti sta esplorando l’intelligenza artificiale come strumento di sicurezza informatica, il 38% non ha ancora riconosciuto l’intelligenza artificiale come una potenziale minaccia alla sicurezza informatica e il 27% non ne vede affatto la rilevanza per la sicurezza informatica. Ciò suggerisce la necessità di una maggiore consapevolezza e comprensione del ruolo dell’intelligenza artificiale nel rafforzamento delle difese della sicurezza informatica.

L’indagine evidenzia inoltre le principali minacce informatiche che destano preoccupazione tra gli intervistati, tra cui frodi nei pagamenti/compromissione della posta elettronica aziendale (70%), ransomware (67%) e minacce alla privacy delle informazioni personali identificabili (52%). È interessante notare che solo il 5% degli intervistati riconosce i deepfake come una potenziale minaccia, indicando percezioni diverse delle minacce informatiche all’interno del settore dei servizi finanziari.

Nonostante queste preoccupazioni, circa il 79% dei professionisti della compliance si sente fiducioso nella capacità della propria azienda di rispondere a una violazione informatica. Tuttavia, solo il 40% ha condotto un test esterno del proprio piano di risposta, suggerendo una potenziale lacuna nella preparazione. La fiducia è altrettanto elevata nella gestione delle interruzioni impreviste del sistema, con l'83% degli intervistati che esprime fiducia nella preparazione della propria azienda.

L’indagine solleva anche preoccupazioni riguardo alle pratiche di sicurezza informatica dei fornitori, con oltre la metà delle aziende (51%) che non ha rinegoziato i contratti con i fornitori per includere ulteriori disposizioni di sicurezza informatica negli ultimi due anni. Ciò evidenzia le potenziali vulnerabilità nella catena di fornitura e la necessità di una maggiore vigilanza nella gestione dei fornitori.

L’indagine sottolinea l’importanza fondamentale di stare al passo con l’evoluzione delle minacce alla sicurezza informatica. Come ha sottolineato Mike Pappacena, partner di ACA Aponix, «la conformità normativa rimane una delle principali preoccupazioni» ed è chiaro che le aziende necessitano di solide linee guida e soluzioni normative per affrontare queste sfide in modo efficace. Lisa Crossley, direttore esecutivo di NSCP, ha inoltre sottolineato il valore del sondaggio nell'aiutare i professionisti della conformità a dare priorità ai propri programmi di sicurezza informatica e a rimanere informati sulle tendenze e sulle sfide attuali ed emergenti della sicurezza informatica.

Other articles
BBVA collabora con OpenAI per implementare ChatGPT per i dipendenti
Le banche più grandi del mondo reclutano due volte specialisti di intelligenza artificiale
PPRO collabora con Afterpay per espandere i servizi BNPL negli Stati Uniti
Le transazioni e le normative in tempo reale continuano a modificare i pagamenti
La rivoluzione dei controlli antiriciclaggio nei pagamenti tramite machine learning
È necessario cambiare l’approccio all’open banking?
Lancio di prodotti di pagamento per mantenere la crescita: The Stripe Tour
Il ruolo della fiducia nella regolamentazione finanziaria
Velocità dei pagamenti e accelerazione della sicurezza guidati dalle aspettative comportamentali
Stripe si espande nel Regno Unito con nuovi strumenti di pagamento e finanziamento
FIS migliora l'app di mobile banking con dati biometrici e funzionalità avanzate per il movimento di denaro
NCR Voyix offre ai ristoranti statunitensi una soluzione software di pagamento al tavolo basata su QR
Swift presenta il canale API ISO 20022 per il monitoraggio dei pagamenti aziendali
L'inizio dell'intelligenza artificiale e della finanza incorporata: approfondimenti da Visa al vertice FinTech di Dubai
Parkopedia e Irdeto collaborano per rivoluzionare la ricarica dei veicoli elettrici